Carriera in Caloni

Opportunità di stage e tirocinio

Da sempre Caloni Trasporti riserva particolare attenzione ai giovani, considerati vera e propria fonte di ispirazione, confronto e apporto creativo per le attività dell’azienda.

Da un lato, le esperienze di stage, tirocini e alternanza scuola-lavoro, possibili grazie alle collaborazioni con scuole e università del territorio, rappresentano per gli studenti, neodiplomati e neolaureati un’opportunità per testare le proprie aspirazioni, sperimentare capacità e acquisire e sviluppare competenze.

Per l’azienda, di contro, la commistione tra professionisti e stagisti, provenienti anche dall’estero, rappresenta una concreta possibilità per innovarsi costantemente e sviluppare nuove idee.

L’inserimento di stagisti presso Caloni Trasporti è previsto per tutte le funzioni aziendali. Per quanto riguarda la funzione Marketing e Comunicazione, in particolare, è stato avviato il progetto C-Lab.

Come avviene il processo di selezione?

Incaricata dell’attivazione e gestione di stage e tirocini, la Funzione HR di Caloni Trasporti cura in prima persona il processo di selezione dei candidati:

  • il tutto parte dalla raccolta delle candidature, che vengono accuratamente analizzate al fine di ottenere una rosa di candidati da invitare ad un primo colloquio conoscitivo singolo o ad un assessment center di gruppo, ove previsto;
  • superata questa prima fase, ai candidati viene restituito un feedback, al quale, se positivo, fanno seguito successivi colloqui fino all’eventuale inserimento in azienda. Qualora sia negativo, invece, la candidatura viene conservata nella banca dati aziendale (secondo modalità conformi al Regolamento UE nr. 2016/679), così da poter essere consultabile in caso di ricerche future.

La durata dei tirocini curriculari viene concordata sulla base delle ore richieste dal percorso di studi e delle esigenze dello studente.

I tirocini extra-curriculari vengono attivati entro e non oltre 12 mesi dal conseguimento del titolo e hanno, di norma, durata di 6 mesi.

Cosa guarda il selezionatore?

È frequente che un neo-diplomato o un neolaureato non abbia maturato una significativa esperienza lavorativa durante i propri studi. In fase di colloquio, pertanto, il giudizio del selezionatore si basa sulla valutazione delle competenze: ovvero hard e soft skills. Le prime sono competenze prettamente tecniche, mentre le seconde includono tutte le abilità trasversali, di tipo comportamentale e relazionale che caratterizzano una persona. Indagare le soft skills consente al selezionatore di valutare quale comportamento potrebbe adottare un candidato in un determinato ambiente o situazione ed è per questo che assumono particolare rilevanza nel processo di selezione.

Vuoi rimanere informato sul Mondo Caloni? Iscriviti alla nostra newsletter