Magazine

Olimpia, è finale per la Superlega

Bergamo batte Cantù 16-14 al tie-break. E ora Piacenza

Olimpia, è finale per la Superlega

Due ore e mezza, un duello di rara intensità risolto all’ultimo pallone. Ma questa Olimpia non muore mai e centra la prima storica finale play-off per la Superlega superando 3-2 Cantù in gara 3.

Un verdetto che pareva scritto già ad ottobre, che si è concretizzato in un 25 aprile che verrà ricordato a lungo nella storia di Bergamo. Perché in un PalaAgnelli infuocato in ogni centimetro – dentro e fuori il taraflex - capitan Garnica prende per mano la squadra da vero leader e la conduce laddove nessuno prima ci era riuscito. Un match qualitativamente non memorabile (28 errori al servizio da una parte e dall’altra), vissuto sul filo della tensione costante, eccezion fatta per il primo parziale dominato dai ragazzi di Spanakis.

Il Pool Libertas, pur pagando un innegabile gap in termini tecnici, però ha confermato tutte quelle prerogative già apprezzate in gara 1 a Bergamo e in gara 2 vinta al tie-break al “Parini”. E cosi, forte di carattere e compattezza, ha ristabilito due volte la parità e in entrambe le circostanze ai vantaggi: 29-31 e 28-30 dopo il 2-1 bergamasco (25-20). Gli ospiti, allenati dal grande ex Luciano Cominetti, proseguono la serie negativa al servizio anche nel tie-break trovando tuttavia, sull’orlo del precipizio, la forza di annullare due palle-match salvo capitolare (14-16) alla terza.

Ora tra l’Olimpia ed il sogno della massima serie torna Piacenza, che aveva già infranto quello della Coppa Italia nel febbraio scorso: gara 1 in Emilia domenica alle 18, gara 2 a Bergamo mercoledì 1° maggio alla stessa ora, gara 3 al PalaBanca sabato 4 alle 20.30, eventuali gara 4 e 5 rispettivamente a Bergamo e Piacenza giovedì 9 alle 20,30 e domenica 12 alle 18. 

Tag

Vuoi rimanere informato sul Mondo Caloni? Iscriviti alla nostra newsletter